Cattedrale di Siviglia 0

La Cattedrale di Siviglia è in grado di portarti in un mondo a parte, quello delle fiabe.

Non solo perché si tratta della terza chiesa più grande al mondo, ma anche perché ogni angolo, mattone, colonna o dettaglio, è in grado di racchiudere storia e religione, vita e maestria di tempi che si sono susseguiti nel corso dei secoli. Un cocktail di straordinarietà assoluta.

Se vuoi essere anche tu il protagonista di una favola, non dovrai spingerti chissà dove in qualche terra sperduta nel mondo. Ti basterà andare a Siviglia, la capitale dell’Andalusia.

Proprio qui, ti aspetta la Cattedrale di Siviglia, il più grande edificio gotico di tutta Europa, complesso dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Cattedrale di Siviglia: la sua storia

La Cattedrale di Siviglia sorge su un terreno in cui, nel XII secolo, sorgeva la Grande Moschea. Questa divenne di dominio cristiano nel 1248 quando, Fernando III di Castiglia, ordinò la demolizione della struttura (ad eccezione della Giralda e del Patio los Naranjos), a favore di una chiesa gotica che lasciasse il mondo senza fiato per la sua magnificenza.

Nel 1433 furono avviati i lavori per la costruzione, seguendo le linee guida dei maestri Carlin e Ysambret che curarono il progetto. Ecco che si iniziarono a muovere i primi passi per dare alla Cattedrale di Siviglia un aspetto dallo stile gotico.

Tra il 1507 e il 1528 si aggiunsero dei motivi rinascimentali grazie all’architetto Diego de Riaño, in particolare la Sacristìa de los Càlices e la Sacristìa Mayor.

Nel 1600, il complesso si arricchì nuovamente grazie all’introduzione di particolari barocchi, visibili nella Canonica del Santuario. Nonostante i lavori rimasero incompleti, oggi si può comunque apprezzare il tipico tocco di rococò.

Tra il 1762 e il 1797, in pieno stile neoclassico e neogotico, venne rivista la pianta della struttura. Vennero eliminate le parti ingombranti del complesso per dar vita ad un vero e proprio processo di monumentalizzazione.

La Chiesa di Santa Maria fu definita così dalla Giunta della Cattedrale:

“Costruiamo una chiesa per la quale saremo considerti pazzi”.

Considerando l’importanza che oggi ricopre la Cattedrale di Siviglia, probabilmente la pazzia di quei maestri, ha avuto ragione.

L’esterno della Cattedrale di Siviglia

Hai mai giocato a nascondino?

Il cortile esterno dell’edificio monumentale sembra invitare tutti i suoi spettatori a giocare e divertirsi mentre, l’imponenza delle mura, sovrasta lo scenario.

Per accedere alla parte esterna del giardino, infatti, dovrai passare dalla Porta del Perdono – la più antica – che presenta ancora elementi arabeggianti. Una volta varcata, ti troverai in un cortile ricco di alberi (Patio degli Aranci) ben disposti in maniera ordinata, dove la luce del cielo ti sorprenderà, creando un gioco incantevole di volumi e chiaro-scuri sulla facciata.

Il Patio degli Aranci (o Patio de los Naranjos) fu posto in essere dal 1172 ed è altamente significativo per la presenza di 19 archi: 13 nel lato più largo e 6 nel lato più stretto. Intorno all’edificio potrai vedere dei tipici gradini del 1392 dove, in passato, si incontravano illustri uomini d’affari per discutere degli scambi commerciali.

cattedrale di siviglia esterno

La magia dei portoni

Durante la tua visita alla Cattedrale di Siviglia, ti sembrerà di essere in una specie di labirinto magico e resterai affascinato dalla bellezza dei suoi portoni. Di questi, cinque consentono l’accesso dall’esterno all’interno.

  1. Al centro: la Porta dell’Assunzione
  2. Sulla facciata ovest: la Porta del Battesimo
  3. Sulla facciata sud: la Porta di San Cristoforo
  4. Sulla facciata nord: la Porta della Concezione
  5. Sulla facciata est: la Porta della Lucertola

Tra gli altri portoni, quelli più meritevoli di nota sono:

  • La Porta del Santuario
  • La Porta del Perdono
  • La Porta di Bastoni
  • La Porta delle Campane

La Giralda: il simbolo per eccellenza di Siviglia

E se ti dicessi che ti sto per parlare di un simbolo che, al tempo, rappresentava la torre più alta di tutta l’Europa?

Si tratta della Giralda, le cui caratteristiche sono piuttosto eloquenti: 105 metri di altezza circa, per 7 mq circa di base.

In antichità rappresentava il minareto della moschea. Quando questa fu demolita per far spazio alla costruzione della Chiesa, si scelse di lasciare comunque la Giralda che, nell’attualità, rappresenta il campanile della Cattedrale.

In cima alla Giralda potrete notare una piccola statua che simboleggia un orgoglio per i sivigliani: si tratta de “El Giraldillo”. Fu costruita nel 1568 per simboleggiare il potere cristiano che al tempo aveva trionfato. Oggi è un vero e proprio gioiellino per tutta la Spagna, considerato un segno di riconoscimento decisamente prezioso.

Campanile della Cattedrale di Siviglia

L’interno della Cattedrale

Gli interni della Cattedrale di S. Maria della sede di Siviglia ti lasceranno senza parole. Rimarrai abbagliato per questo mondo di pietre e vetrate, giochi di stile antichi e nuovi fusi nello stesso complesso, in grado di farti sentire piccolissimo.

Cinque navate, 25 cappelle, diverse volte a crociera (alte 56 metri circa), uno specchio nel suolo, la pala d’altare più grande di tutta la Spagna e colonne leggere che sembrano lievitare.

Le cappelle

Tra le 25 cappelle presenti nel complesso, non potrai farti sfuggire le tre più significative:

  • La cappella maggiore: protetta da superbe grate forgiate nel ‘500, qui vi è la pala d’altare più grande di tutta la Spagna. Al suo interno, potrete vedere Santa Marìa de la Sede, la protettrice della struttura cui è dedicata la Cattedrale. Racchiusa in 44 pannelli dorati che sono stati creati in stile fiammingo tra il 1428 e il 1564.
  • La cappella Reale: ti sorprenderà per la sua maestosità.
  • La cappella de San Andrès: racchiude molte opere d’arte indicative dello stile spagnolo, potrai vedere persino un dipinto di Goya.

La tomba di Colombo

La tomba dell’esploratore genovese costituisce un motivo di interesse decisamente alto per moltissimi pellegrini e turisti, in visita alla Cattedrale di Siviglia.

Il monumento funebre è stato costruito nel 1892 ed è collocato nel transetto della chiesa. La tomba di Colombo mostra una metafora dei quattro regni di Castiglia, Aragona, Leon e Navarra, rappresentati dalle quattro statue di uomini che tengono la bara.

Oltre ai resti di Cristoforo Colombo, nella Cattedrale si possono trovare altre personalità rilevanti sepolte, come per esempio Ferdinando III Il Santo.

Come arrivare alla Cattedrale

Una passeggiata per Siviglia non potrà che deliziarti. I suoi colori e i suoi odori infatti, in pieno centro storico della città, rappresentano anch’essi una tappa fondamentale. Per arrivare nel punto strategico dove si erge la Chiesa, potrai prendere il bus, il tram o la metropolitana.

  • In autobus: la fermata più vicina, a soli 5 minuti a piedi, è Garcia de Vinuesa. Linea C5.
  • In tram: con neanche 1 minuto a piedi, arrivando alla fermata di Archivo de Indias, sarai subito alla Cattedrale. Linea T1
  • In metropolitana: scendendo a Puerta de Jerez sarai, a non più di 6 minuti a piedi, nel cuore del centro dove si erge il complesso.

Cattedrale di Siviglia: gli orari

La Chiesa è aperta tutti i giorni senza distinzione tra orario estivo e invernale.

Dal lunedì al sabato: dalle h 11:00 alle h 17:00. Mentre la domenica: dalle h 14:30 alle h 18:00.

N.B. Tutti i lunedì, dalle h 16:30 alle h 18:00 ci sono le visite guidate. Per questo motivo, se intendi aderire dovrai prenotare per tempo. In caso contrario sappi che la visita in quell’orario potrebbe crearti qualche disagio.

PRESTA MOLTA ATTENZIONE AGLI ORARI DELLE MESSE

  • Nella Cappella Major: la domenica alle h 10 e alle h 13:15
  • Nella Cappella Reale: dal lunedì al venerdì, alle h 08:30 e alle h 10:00. Il sabato alle h 08:30, 10:00 e 20:00. La domenica alle h 08:30.
  • Nella Parrocchia del Sagrario: tutti i giorni dal lunedì al venerdì, alle h 12:30 e alle 20:00.

Prezzi e Biglietti

Di seguito le informazioni aggiornate sui prezzi e i biglietti di accesso alla Cattedrale:

  • Biglietto intero: 9 euro – Senza riduzioni
  • Biglietto per studenti (da 17 a 25 anni): 4 euro – Presentando tesserino universitario
  • Biglietto per pensionati: 4 euro – Presentando carta d’identità
  • Biglietto per minori di 14 anni: ingresso gratuito – Accompagnati da un maggiorenne
  • Biglietto per diversamente abili: ingresso gratuito – Compreso accompagnatore
  • Biglietto per residenti a Siviglia: ingresso gratuito – Anche per i nati a Siviglia

Considera che il costo del biglietto comprende la visita alla Giralda.

Prenota il Biglietto

Un’alternativa all’acquisto del semplice biglietto d’ingresso è rappresentata da un biglietto combinato Cattedrale, Giralda, Real Alcazar e Bus Turistico. Una super combo a dir poco interessante, sia per il prezzo – 49€ per gli adulti e 13,5€ per i bambini fino a 12 anni – che per la quantità di attività incluse nel pacchetto!

Per entrambe le soluzioni, riceverai il tuo biglietto direttamente via mail!

Prenota il Ticket Combinato

Consigli utili per la visita

Ti lasciamo con una serie di tips che ti potrenno essere utili durante la tua visita in città:

  1. Nel periodo festivo invernale, intorno alle gradinate della Cattedrale potrai approfittare dei deliziosi mercatini natalizi, che ti consiglio vivamente.
  2. All’interno della Cattedrale fa molto caldo, nonostante siano installati alcuni ventilatori nel periodo estivo. Ti suggerisco quindi un abbigliamento “a cipolla”, cioè con il classico golfino da mettere in vita, personalmente mi è stato molto utile.
  3. Se sei appassionato delle fotografie panoramiche, potrai compiere inoltre una visita sopra i tetti della Cattedrale, al costo di 15 euro.
  4. Se il tuo soggiorno a Siviglia sarà di qualche giorno, ti consiglio la Sevilla Card: ti permetterà di avere diversi sconti nei ristoranti tipici.

Ti è piaciuto il post? 🙂

Tour & Tickets

Destinazioni

Send this to a friend