Caminito del Rey 0

Lo confesso…

Da amante dell’arrampicata e dell’outdoor, mi trovavo nella peculiare condizione di conoscere a mena dito il fantastico percorso Caminito del Rey, ben prima di aver visitato le “classiche” attrazioni andaluse.

Ragion per cui, mi sono sentito in dovere di condensare tutto il mio immenso sapere al riguardo in questa guida completa al “Cammino del Re”. 🙂

Si parte!

Cos’è

Iniziamo col rispondere alla domanda più elementare e allo stesso tempo legittima: cos’è il Caminito del Rey?

Si tratta di un percorso escursionistico che si snoda – letteralmente – sulle pareti di roccia del Desfiladero de los Gaitanes, un canyon attraversato dal fiume Guadalhorce. Il sentiero è composto quasi esclusivamente da passarelle pedonali ancorate a diretto contatto con le pareti verticali.

Un luogo a dir poco incredibile!

Storia

Ancor prima di vedere gli aspetti più tecnici legati alle caratteristiche del sentiero, è molto interessante nonché doveroso, ripercorrere in breve la storia del Caminito.

La sua genesi si deve alla società idroelettrica che nel corso dei primi anni del ‘900 operava nella zona (Sociedad Hidroeléctrica del Chorro). Nello specifico, si necessitava un collegamente tra il Salto del Gaitanejo e il Salto del Chorro (cascate), in modo da facilitare la loro manutenzione.

I lavori si conclusero ufficialmente nel 1905, dopo circa 4 anni dall’avvio. Successivamente, in occasione dell’inaugurazione della diga Conde del Guadalhorce nel 1921, il sentiero fu percorso niente meno che dal Re Alfonso XIII. Ecco spiegata l’origine del nome!

Sicurezza

La prima volta che dissi a mia mamma l’intenzione di voler fare il percorso andò su tutte le furie.

Colpa sicuramente della fama poco lusinghiera guadagnata nel corso degli anni 90′, periodo in cui il sentiero versava in uno stato di profondo abbandono (con le passerella difatto pericolanti) e durante il quale si verificarono alcuni gravi incidenti.

La situazione ora è completamente diversa e fare il Caminito oggi è TOTALMENTE SICURO.

Si perché a seguito dei lavori completati nel 2015, finanziati dalle autorità di Malaga insieme alla Junta de Andalucia, sono state ricostruite tutte le passerelle tant’è che per affrontare l’escursione è sufficiente indossare un casco protettivo, senza necessità di legarsi o imbragarsi.

Lunghezza e caratteristiche

Veniamo ora a quelle che sono le specifiche del percorso, rispondendo in primis alla domanda più popolare…

Qual è la lunghezza del Caminito del Rey?

Puoi tirare un sospiro di sollievo poiché l’estensione totale è di 7,8 chilometri. Un distanza sicuramente percorribile da tutti, anche senza un allenamento particolare. Considera inoltre che nei 7,8 km è compresa la passeggiata di avvicinamente all’inizio del sentiero vero e proprio.

I tempi di percorrenza dei tour si aggirano grosso modo sulle 3 ore e mezza, di modo che anche il ritmo è del tutto disteso e piacevole.

Il sentiero è a senso unico e non è strutturato a forma di anello, quindi – una volta giunto a destinazione (El Chorro) – dovrai eventualmente prendere un bus navetta che ti riporterà al punto di partenza (Ardales) nel caso abbia lasciato li l’auto privata. Approfondirò meglio dopo tutti gli altri aspetti logistici. 😉

Da lato squisitamente tecnico non sono richieste competenze particolari del tipo arrampicata. In fin dei conti, al di là della location mozzafiato, non è nient’altro che un bellissimo trekking.

caminito del rey lunghezza

Biglietti

Per accedere al Caminito del Rey è necessario acquistare un biglietto d’ingresso.

Tramite la nostra collaborazione con Get Your Guide, potrai prenotare online i ticket ufficiali salta-coda, tramite cui potrai accedere direttamente al percorso. Il biglietto include inoltre una guida che ti accompagnerà lungo l’escursione e una bevanda omaggio al termine di questa!

Prenota il Biglietto

Un’altra possibilità è quella di prenotare un pacchetto completo che comprenda biglietti+trasporto. In questo modo, non dovrai preoccuparti di organizzare il tuo spostamento e potrai goderti al meglio l’escursione.

Tour da Malaga

Prenota il Tour

Tour da Siviglia

Prenota il Tour

Ingresso senza prenotazione

L’accesso al Caminito è consentito anche senza prenotazione, tuttavia tale opzione è molto rischiosa nonché fortemente sconsigliata da tutti, compreso l’ente che gestisce il parco.

Questo perché i posti presso le biglietterie sono limitati e riescono ad accaparrarseli solo i più mattinieri. Considerando lo spostamento richiesto per arrivare, molto meglio andare sul sicuro e prenotare in anticipo!

caminito del rey biglietti

Come arrivare al percorso?

Il Caminito del Rey si trova nella provincia di Malaga, esattamente nei municipi di Ardales, Antequera e Álora.

Raggiungerlo è tutto sommato semplice e, a seconda del mezzo prescelto, sarà necessario fare uno o più cambi. Le città andaluse dalle quali viene solitamente disegnato un itinerario sono Malaga e Siviglia, trovandosi il sentiero nel mezzo. Proprio per questo, potrebbe essere ideale magari abbinare una visita al Caminito all’interno di un tour tra queste due città.

Avvicinamento e arrivo

Come accennato in precedenza, la partenza dell’escursione avviene dal lato nord nel comune di Ardales, per intenderci in corrispondenza del Ristorante El Kiosko. L’avvicinamento verso la Casetta di Accesso – vero e proprio inizio del Caminito – può essere fatto scegliendo tra due percorsi:

  • Breve – circa 1,5 km
  • Lungo – circa 2,7 km

Una volta terminato il percorso sarai giunto nella località di El Chorro, comune di Álora. Da qui potrai comodamente prendere il bus-navetta per tornare alla partenza di Ardales (costo 1,55€) o in alternativa, riprendere direttamente il treno presso la stazione locale.

Molto importante è valutare e tenere in considerazione i tempi per non arrivare tardi rispetto alla prenotazione effettuata. Considera che l’autobus da El Chorro, impiega circa 25 minuti per arrivare all’entrata nord di Ardales. Dopo di che ci sarà la camminata di avvicinamento. In linea di massima, il mio consiglio per stare tranquilli è quello di trovarsi ad affrontare questi spostamenti con almeno un ora e mezzo di anticipo.

Da Malaga

La distanza da Malaga è di circa 60 km. Le soluzioni più utilizzate per raggiungere il Caminito sono mediante il treno+bus o in auto privata.

  • In treno: dovrai raggiungere la stazione di El Chorro, la più vicina al percorso, e successivamente prendere la già citata navetta che ti porterà alla partenza di Ardales. Il costo del biglietto ferroviario, dalla stazione di Malaga María Zambrano, si aggira sui 7 euro. La durata del viaggio è di 40 minuti.
  • In auto: seguendo la A-357 impiegherai circa 1 ora di viaggio. Potrai scegliere se lasciarla presso l’arrivo o la partenza, e utilizzare il bus-navetta di conseguenza prima o dopo.

Da Siviglia

Partendo da Siviglia le distanze aumentano, dato che ci troviamo più o meno ad un 150 km di distanza.

  • In treno: fortunatamente, anche da Siviglia, la stazione ferroviaria di El Chorro è ben collegata tramite i treni della Renfe. Il costo del biglietto è sui 20€, per una durata del viaggio di circa 2 ore e mezzo. Dopo di che, bus-navetta fino al via.
  • In auto: tramite la A-92 arriverai ad Ardales provenendo da nord, in circa 1 ora e 50 minuti. Senza dover continuare fino al El Chorro, ti converrà lasciare la macchina alla partenza, e poi prendere la navetta per tornare indietro una volta completata l’escursione.

Consigli e info utili

Quando si pianifica un’escursione, sono dell’idea che è sempre bene curare al meglio la fase organizzativa.

Eccoti dunque una serie finale di consigli e suggerimenti…

Meteo

Da tenere sempre in considerazione, il fattore meteo.

Premesso che in condizioni avverse, quali eventi temporaleschi e pioggia, il sentiero viene chiuso (eventuali prenotazioni saranno rimborsate), è una buona idea portare con se un kway. Essendo una zona molto esposta ai venti può sempre far comodo.

Come vestirsi e scarpe

L’abbigliamento deve essere comodo e possibilmente adeguato ad un’escursione in complesso di una giornata. Quindi materiale capace di assorbire bene la sudorazione.

Portati con te una maglietta di ricambio ed – anche se vai d’estate – una felpa per quando concludi la camminata.

Con bambini

Se stai pensando di fare il Caminito in compagnia dei più piccoli, è importante che tu sappia che l’attività non è consentita per i bambini minori di 8 anni.

In tal caso, potrai comunque ripiegare nel visitare i paesi della zona e il comprensorio della Valle del Guadalhorce.

Ti è piaciuto il post?

Tour & Tickets

Destinazioni

Send this to a friend